La campagna elettorale è all’insegna dei litigi, ed è puro tafazzismo

È entrata immediatamente nel vivo la campagna elettorale per le Politiche del prossimo 25 settembre. Che, dopo il Governo del Premier Mario Draghi, notoriamente di unità nazionale, per contrasto sembra essere all’insegna delle divisioni. Il che, considerando anche un piccolo e insignificante dettaglio di nome Rosatellum, rappresenta l’ennesima conferma dell’attitudine al tafazzismo che domina la politica nostrana […].

L’editoriale di oggi.

La campagna elettorale è all’insegna dei litigi, ed è puro tafazzismo

Campagna elettorale, dal Governo di unità nazionale si passa alle divisioni

Giustizia, la legge è uguale per tutti? La lezione di tre casi di attualità

I tradizionali simboli della giustizia, com’è noto, sono la bilancia e la spada. E non a caso, perché i due strumenti indicano che la legge è uguale per tutti, anche se può essere dura. Come in parecchi dovrebbero ricordare, magari imparando da tre episodi (tra loro diversissimi) avvenuti proprio negli ultimi giorni […].

L’editoriale di stamattina.

Giustizia, la legge è uguale per tutti? La lezione di tre casi di attualità

Giustizia, dai casi Ong, Renzi e Djokovic una lezione “anti-orwelliana”

Giustizia, approvata la riforma: ecco perché era ormai indifferibile

Via libera all’attesa riforma della giustizia che include tra l’altro il restyling del Csm. Dopo un dibattito serrato, infatti, è stata raggiunta in CdM (e all’unanimità) la sospirata intesa tra le forze di maggioranza. Che era ormai assolutamente indifferibile, considerando anche che lo scontro tra politica e magistratura ha decisamente superato (di nuovo) il livello di guardia […].

L’editoriale di oggi.

Giustizia, approvata la riforma: ecco perché era ormai indifferibile

Giustizia, via libera alla riforma mentre esplodono i casi Conte-Renzi-Pittelli

Bocciatura del ddl Zan, volano gli stracci tra il Pd e Italia Viva

Test per l’esame di giornalismo sulla bocciatura del ddl Zan. Il candidato consideri che:

a) Enrico “stai sereno” Letta, segretario dem, ha attaccato Italia Viva e il suo leader Matteo Renzi, bollato come principale responsabile dell’affossamento del disegno di legge. Immediata la replica di Pittibimbo, che ha accusato Pd e M5S di cercare «alibi e colpevoli» per un «disastro politico, gestito con totale incapacità». Insomma, l’ex Rottamatore ha prontamente reso Zan per focaccia […].

L’editoriale di oggi.

Bocciatura del ddl Zan, volano gli stracci tra il Pd e Italia Viva

Legge Zan, Fedez e quell’italica tendenza ad autoproclamarsi tuttologi…

Se la legge Zan ha un merito, è certamente quello di star facendo emergere la vera natura di parecchi suoi sponsor. Che si ergono a paladini anti-discriminazioni ma, a lungo andare, mostrano la tipica “intolleranza dei tolleranti” di popperiana memoria. E spesso non sanno neppure granché del tema che così accanitamente sostengono […].

L’editoriale di oggi.

Legge Zan, Fedez e quell’italica tendenza ad autoproclamarsi tuttologi…

Consultazioni ter, Draghi ci prova ma il problema resta questo Parlamento

Le consultazioni ter, quelle del Premier incaricato Mario Draghi dopo i precedenti del Capo dello Stato Sergio Mattarella e del Presidente della Camera Roberto Fico, sono entrate nel vivo. Le prime audizioni sono state quelle dei “piccoli”, il cui peso specifico, però, è spesso inversamente proporzionale alle dimensioni. Come ha ricordato a tutti – soprattutto al Presidente del Consiglio dimissionario Giuseppe Conte – il leader italovivo Matteo Renzi. Evidenziando ulteriormente, casomai ce ne fosse stato bisogno, che il vero difetto di tutta l’attuale legislatura sta nel manico […].

L’editoriale di oggi.

https://www.romait.it/consultazioni-ter-draghi-ci-prova-ma-il-problema-resta-questo-parlamento.html

https://www.quiitalia.eu/consultazioni-ter-e-nel-manico-il-difetto-che-puo-far-affondare-draghi.html

Foglia di Fico: esplodono le tensioni, e Mattarella convoca Draghi

Alla fine, quella della (ex) maggioranza rosso-gialla era solo una foglia di Fico, nel senso del Presidente della Camera Roberto. La carta che il Capo dello Stato Sergio Mattarella aveva giocato per provare a risolvere la crisi di Governo innescata da Italia Viva. E che, com’era ampiamente prevedibile, non ha potuto far altro che prendere atto che le divisioni tra ex alleati erano pressoché insormontabili […].

L’editoriale di oggi.

https://www.romait.it/foglia-di-fico-esplodono-le-tensioni-e-mattarella-convoca-draghi.html

https://www.quiitalia.eu/foglia-di-fico-esplodono-le-tensioni-addio-a-conte-draghi-sale-al-colle.html

Conte ter, che sorpresa! Dopo i “temi”, rispuntano le poltrone…

C’è una novità sulla strada erta e tortuosa che dovrebbe condurre al varo del Conte ter. Una novità che arriva direttamente dal tavolo di lavoro convocato dal Presidente della Camera Roberto Fico con le forze della (ex?) maggioranza rosso-gialla. Riunite, dopo i primi giri di consultazioni, per trovare un’intesa su un programma di Governo che dovrebbe costituire la bussola per il prosieguo della legislatura. Eppure, nonostante l’enfasi sui temi, alla fine, non sorprendentemente, è rispuntato il discorso avito sulle poltrone […].

L’editoriale di stamani.

https://www.romait.it/conte-ter-che-sorpresa-dopo-i-temi-rispuntano-le-poltrone.html

https://www.quiitalia.eu/conte-ter-alla-fine-tutto-cambiera-affinche-tutto-rimanga-come.html

Crisi, tra Conte e Renzi spunta il Presidente della Camera Fico

È il Presidente della Camera Roberto Fico la carta che il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha giocato per uscire dalla crisi di Governo. A consultazioni terminate, e con la strada verso il Conte-ter divenuta sempre più impervia, il Quirinale ha infatti optato per il mandato esplorativo alla terza carica dello Stato […].

L’editoriale di stamani.

https://www.romait.it/crisi-tra-conte-e-renzi-spunta-il-presidente-della-camera-fico.html

https://www.quiitalia.eu/crisi-mattarella-gioca-la-carta-fico-per-provare-a-uscire-dallimpasse.html

Conte-ter, chi dovrebbe sostenerlo è d’accordo solo sul terrore per il voto

Conte-ter, un nuovo Presidente del Consiglio o le elezioni anticipate. Da questo mazzo uscirà la carta che risolverà definitivamente la partita della crisi di Governo. Partita che, come un match di poker, al momento si snoda ancora tra tatticismi e bluff. Ma che, essendo ormai partite le consultazioni del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si avvia lentamente verso lo showdown […].

L’editoriale di stamattina.

https://www.romait.it/conte-ter-chi-dovrebbe-sostenerlo-e-daccordo-solo-sul-terrore-per-il-voto.html

https://www.quiitalia.eu/conte-ter-il-premier-teme-bluff-nella-partita-della-crisi-di-governo.html