Benedetto XVI e la sede impedita: una replica a Mons. Schneider

Ci è voluto parecchio, ma finalmente il caso relativo alle non-dimissioni di Benedetto XVI ha iniziato ad allargarsi a macchia d’olio, giungendo a interessare anche alti prelati. L’ultimo in ordine di tempo è stato il Vescovo ausiliare di Astana, Monsignor Athanasius Schneider. Che però, nel criticarla, non è entrato realmente nel merito della Magna Quaestio […].

L’editoriale di stamattina.

Benedetto XVI e la sede impedita: una replica a Mons. Schneider

Benedetto XVI, una risposta ai rilievi di Monsignor Athanasius Schneider

Benedetto XVI, quelle “eccezioni” che avvalorano la sede impedita…

E se anche Papa Benedetto XVI avvalorasse la Magna Quaestio sulle sue non-dimissioni, da leggere piuttosto come auto-esilio in sede impedita? In effetti, alcuni dei messaggi inviati negli ultimi nove anni (anche dal suo più stretto collaboratore, Monsignor Georg Gänswein) sembrano andare proprio in questa direzione. E, anche a distanza di tempo, si fanno ancora delle scoperte decisamente interessanti […].

L’editoriale di oggi.

Benedetto XVI, quelle “eccezioni” che avvalorano la sede impedita…

Benedetto XVI, le eccezioni che confermano la Regola (e la sede impedita)

Benedetto XVI, “l’errore sostanziale” e il “non ci indurre in tentazione”

Nell’ambito della Magna Quaestio, ovvero il dibattito sulle (probabilissime) non-dimissioni di Papa Benedetto XVI, c’è una posizione particolare in voga soprattutto negli Stati Uniti. È la cosiddetta «teoria dell’errore sostanziale», secondo cui, sintetizzando al massimo, Joseph Ratzinger avrebbe effettivamente redatto la celeberrima Declaratio in modo invalido, ma lo avrebbe fatto “inconsapevolmente”. Un’ipotesi criticata da Andrea Cionci, collaboratore di Libero e principale autore italiano dell’inchiesta, e sulla quale RomaIT offre ora un nuovo contributo […].

L’editoriale di oggi.

Benedetto XVI, “l’errore sostanziale” e il “non ci indurre in tentazione”

Benedetto XVI, la teoria dell’errore sostanziale smentita dal Padre Nostro

Vaticano, i dubbi dall’America sul vero Papa (che non colgono nel segno…)

Di quando in quando, il Vaticano torna a essere scosso dai dubbi sulla cosiddetta Magna Quaestio. Ovvero la “grande questione” su chi sia davvero il Papa, viste le difficoltà a interpretare la celeberrima Declaratio di Benedetto XVI come certificazione di dimissioni. Le riflessioni più recenti arrivano da Oltreoceano: anche se hanno il torto di non cogliere realmente nel segno […].

L’editoriale di stamattina.

Vaticano, i dubbi dall’America sul vero Papa (che non colgono nel segno…)

Vaticano, ora anche dall’America piovono dubbi sulla “Magna Quaestio”

Benedetto XVI si scusa per gli abusi nella Chiesa: dove sarebbe la notizia?

Papa Benedetto XVI ha chiesto scusa alle vittime di abusi da parte di pedofili preti in seguito al rapporto relativo all’Arcidiocesi di Monaco e Frisinga. Non è certo la prima volta, visto che, per esempio, lo aveva già fatto nel 2010 mediante una lettera pastorale indirizzata ai cattolici dell’Irlanda […].

L’editoriale di oggi.

Benedetto XVI si scusa per gli abusi nella Chiesa: dove sarebbe la notizia?

https://www.quiitalia.eu/benedetto-xvi-si-scusa-per-gli-abusi-i-media-continuano-a-gettare-fango.html

Benedetto XVI, riparte la vergognosa macchina del fango sui pedofili preti

Chi ha paura di Papa Benedetto XVI? Viene da chiederselo, alla luce dell’ignobile attacco subito da Sua Santità sullo scandalo dei pedofili preti (e non “preti pedofili”: nomina sunt consequentia rerum). Un attacco basato su un report che muove a Joseph Ratzinger delle accuse pretestuose, vergognose e – soprattutto – già da tempo confutate […].

L’editoriale di stamani.

Benedetto XVI, riparte la vergognosa macchina del fango sui pedofili preti

Benedetto XVI, quelle allusioni di Mons. Gänswein alla sede impedita…

Continuano a moltiplicarsi gli indizi relativi all’affaire delle non-dimissioni di Benedetto XVI, la cui celeberrima Declaratio era, con tutta probabilità, un’attestazione di (Santa) Sede impedita. Alcuni di questi indizi riemergono da un passato vicino e insieme lontanissimo, come tessere di un puzzle misterioso che solo ora iniziamo a comporre correttamente. Vale anche per l’ultimo, che risale a cinque anni fa e ha per protagonista un insospettabile: e a cui RomaIT darà ora un ulteriore contributo […].

Benedetto XVI, quelle allusioni di Mons. Gänswein alla sede impedita…

Il Natale ribalta ogni umana prospettiva, per farci liberi nell’amore

Il Santo Natale è forse la festa che più di tutte sconvolge ogni umana aspettativa e ribalta ogni umana prospettiva. Il mondo, infatti, e in special modo il mondo contemporaneo propone modelli basati sul successo, la potenza, la ricchezza. Eppure, almeno una volta ogni 12 mesi deve fare i conti con un episodio occorso oltre 2.000 anni fa. Quando il Creatore, tendendo la mano alla Sua creatura, scelse di manifestarSi come un Bambino indifeso, nato poverissimo in una mangiatoia di Betlemme […].

L’editoriale di stamani.

Il Natale ribalta ogni umana prospettiva, per farci liberi nell’amore

Buon Natale!

Benedetto XVI, il mistero sulle (non) dimissioni si infittisce… o si chiarisce?

Torniamo a occuparci del caso delle (presunte) dimissioni di Benedetto XVI, la cui celeberrima Declaratio, con tutta probabilità, era piuttosto un’attestazione di (Santa) Sede impedita. Ci sono stati infatti un paio di sviluppi che parrebbero corroborare ulteriormente l’ipotesi. Uno dei quali porta la firma (in senso pressoché letterale) dello stesso Joseph Ratzinger […].

Benedetto XVI, il mistero sulle (non) dimissioni si infittisce… o si chiarisce?