Toh, Draghi (finalmente) attacca l’Europa sul gas

E al settimo mese – di guerra in Ucraina – si scatenò (finalmente) l’ira di Draghi contro l’Europa. A cui il Premier uscente imputa quell’atteggiamento egoistico alla base, tra l’altro, del ritardo nell’istituzione del tetto al prezzo del gas. Certo, è facile parlare ora che l’inquilino di Palazzo Chigi è a pochi giorni dal termine del proprio mandato: in ogni caso, meglio tardi che mai […].

L’editoriale di stamani.

Campagna elettorale, le ricette dei contendenti sul tema “energia”

Iniziano oggi, con la campagna elettorale ormai in pieno svolgimento, i nostri approfondimenti tematici sui programmi dei principali partiti e coalizioni. Per l’occasione abbiamo posto il focus su una delle questioni più drammaticamente scottanti dell’attualità, quella relativa a energia e caro bollette. Ecco dunque tutte le proposte con vista sulle Politiche del prossimo 25 settembre […].

L’editoriale di stamani.

Campagna elettorale, le ricette dei contendenti sul tema “energia”

Campagna elettorale, l’energia nei programmi: un approfondimento

Le sanzioni sono un boomerang, e il caso tedesco ne è la prova definitiva

Ci è voluto del tempo, ma alla fine le sanzioni euro-americane imposte alla Russia in relazione alla guerra in Ucraina stanno effettivamente venendo al pettine. Solo che la scriminatura è opposta rispetto a quella auspicata (e propagandata) dall’asse atlantico. Come dimostrano le recentissime vicende tedesche – nonché come volevasi dimostrare […].

L’editoriale di stamani.

Le sanzioni sono un boomerang, e il caso tedesco ne è la prova definitiva

Sanzioni, la Germania dimostra che l’Occidente le subisce più della Russia

Il nucleare è un atout: ci è arrivata perfino l’Europa, manchiamo solo noi

Il Parlamento Europeo ha stabilito che il nucleare e il gas naturale possono essere considerati energia green. Una decisione che potrebbe sbloccare miliardi di investimenti (anche privati), ma al contempo ha suscitato le reazioni isteriche degli ecocatastrofisti. A ulteriore conferma che, come provvedimento, è assolutamente dignum et iustum […].

L’editoriale di oggi.

Il nucleare è un atout: ci è arrivata perfino l’Europa, manchiamo solo noi

https://www.quiitalia.eu/nucleare-e-gas-naturale-luce-verde-dalleuroparlamento-e-litalia.html

Ucraina, quella “perfetta illusione” dell’indipendenza dal gas russo…

Test per l’esame di giornalismo sulla guerra in Ucraina e l’impegno del Vecchio Continente in generale, e dell’Italia nello specifico, per affrancarsi dall’energia della Russia. Il candidato consideri che:

a) Secondo China Dialogue, «l’Europa si sforza di far terminare la dipendenza dal gas russo» cercando di variare le fonti, con particolare riferimento al (costosissimo) GNL […].

L’editoriale di stamattina.

Ucraina, quella “perfetta illusione” dell’indipendenza dal gas russo…

Ucraina, se il gas russo esce dalla porta e rientra dalla finestra…

Benzina, Cingolani: “Ipotesi riduzione delle tasse di scopo”. E sul gas…

Il Governo sta valutando le misure da adottare per mitigare gli effetti del caro benzina. Lo ha anticipato il titolare del MiTE Roberto Cingolani durante un’informativa al Senato, che ha toccato anche l’altra vexata quaestio relativa al gas. Rispetto a cui non arrivano esattamente buone notizie dalle parti di Mosca […].

L’editoriale di stamattina.

Benzina, Cingolani: “Ipotesi riduzione delle tasse di scopo”. E sul gas…

Benzina, Cingolani lancia le accise mobili (come la “donna” di Verdi)

Benzina, il Governo parla di “truffa”? Cominci a eliminare le accise

La fiammata del costo della benzina ha fatto esplodere il Ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani. Che ha accusato i mercati di aver dato il via a un’operazione speculativa responsabile dell’attuale, immotivata crescita dei prezzi dei carburanti. Dimenticandosi però che neppure i vari Governi (incluso quello di cui fa parte) sono del tutto esenti da colpe […].

L’editoriale di stamani.

Benzina, il Governo parla di “truffa”? Cominci a eliminare le accise

Benzina, Cingolani attacca i mercati (e dimentica le “colpe” del Governo)

La guerra manda alle stelle gas, elettricità e petrolio: ora basta ideologia!

Come ampiamente preconizzato, la guerra tra Russia e Ucraina si è subito riverberata oltre il campo di battaglia. Facendo schizzare ulteriormente verso l’alto i costi dell’energia e delle materie prime, destinati a ripercuotersi a loro volta sulle relative imposte. E la ricetta proposta da Palazzo Chigi, se da un lato va nella direzione giusta, dall’altro è contrassegnata (una volta di più) da un’incomprensibile brevimiranza […].

L’editoriale di stamani.

La guerra manda alle stelle gas, elettricità e petrolio: ora basta ideologia!

https://www.quiitalia.eu/la-guerra-tra-russia-e-ucraina-fa-subito-impennare-i-costi-dellenergia.html

Bollette, l’allarme della CGIA mentre la realtà batte ancora le eco-balle

Sul caro bollette, e soprattutto sull’impegno di Palazzo Chigi è arrivato anche l’allarme dell’Associazione Artigiani e Piccole Imprese, meglio conosciuta col (vecchio) acronimo di CGIA. Che ha calcolato come le risorse stanziate dall’esecutivo non bastino minimamente a rimediare ai danni causati – lo ricordiamo – dall’euro-genuflessione ai deliri green. A cui se non altro la (vera) scienza ha imposto un’altra dura battuta d’arresto […].

L’editoriale di oggi.

Bollette, l’allarme della CGIA mentre la realtà batte ancora le eco-balle

Bollette, la CGIA lancia l’allarme: il Governo copre solo il 6% dei rincari

Bollette, Cingolani: “10 miliardi contro i rincari” (e i danni di Bruxelles)

Poco meno di 10 miliardi per mitigare gli effetti del caro bollette. È l’ammontare delle risorse che il Governo è pronto a mettere in campo per finanziare una serie di misure che dovrebbero diventare permanenti. E che, dovendo di fatto servire a riparare i disastri generati dalle euro-follie green, ha delle conseguenze del tutto paradossali […].

L’editoriale di stamattina.

Bollette, Cingolani: “10 miliardi contro i rincari” (e i danni di Bruxelles)