L’uomo e il tempo

Salvador Dali - La persistenza della memoria.jpg

Forse, gli esseri umani hanno finito per abolire il presente, che ormai esiste solo da un punto di vista metafisico: un soffio che trascorre tanto rapidamente che neppure ce ne accorgiamo, presi come siamo a ricordare il passato e a immaginare il futuro.
Forse, è questo il nostro privilegio – e la nostra condanna: siamo la specie che ha catturato il tempo.

(M. Ciminiello, I pilastri della comunicazione)