Draghi rassegna le dimissioni, Mattarella le congela fino a mercoledì

Il Premier Mario Draghi ha rassegnato le dimissioni, ma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella le ha congelate. È accaduto al termine di una giornata convulsa che ha visto come co-protagonista – o meglio, antagonista – il M5S. E sta già diventando spasmodica l’attesa per il discorso che l’ex numero uno della Bce terrà davanti alle Camere tra cinque giorni […].

L’editoriale di oggi.

Draghi rassegna le dimissioni, Mattarella le congela fino a mercoledì

https://www.quiitalia.eu/draghi-ghigliottinato-da-conte-ma-mattarella-congela-le-sue-dimissioni.html

Riforma Cartabia, ecco perché il M5S strepita ma alla fine non morderà

Domani, 30 luglio, approderà a Montecitorio la riforma Cartabia della giustizia, su cui l’esecutivo guidato da Mario Draghi ha già posto la questione di fiducia. La norma arriva in Aula accompagnata dalle (solite) scosse telluriche che attraversano la maggioranza e che hanno per epicentro, come spesso accade, il M5S. I cui esponenti, nei giorni scorsi, si sono spinti a evocare la crisi di Governo, anche se poi al dunque non “mordono” mai […].

L’editoriale di stamattina.

Riforma Cartabia, ecco perché il M5S strepita ma alla fine non morderà

La grande bellezza della politica, se Matteo Renzi imita Jep Gambardella…

Diceva Jep Gambardella, il protagonista del film “La grande bellezza”: «Io non volevo solo partecipare alle feste, volevo avere il potere di farle fallire». In questo senso, il leader italovivo Matteo Renzi è il Jep Gambardella della politica italiana, l’aspirante manovratore che ambisce a decretare le sorti dei Governi. O anche di “semplici” leggi, se serve a tenere in scacco perfino una maggioranza ecumenica come quella che sostiene il Premier Mario Draghi […].

L’editoriale di oggi.

La grande bellezza della politica, se Matteo Renzi imita Jep Gambardella…

Vaccinazione eterologa, lasciate ogni Speranza… di seguire la scienza

Il nuovo mantra attualmente in voga dalle parti di Lungotevere Ripa si chiama “vaccinazione eterologa”. Per i profani, significa effettuare il richiamo vaccinale con un siero diverso da quello somministrato per la prima dose. Una scelta che segue – cronologicamente e causalmente – quella di vietare l’antidoto AstraZeneca agli under 60. Ma che su cui i dati empirici sono tutto, fuorché concordi […].

L’editoriale di stamani.

Vaccinazione eterologa, lasciate ogni Speranza… di seguire la scienza

PNRR, via libera dal Parlamento con un atto di fiducia (in tutti i sensi)

Senza alcuna sorpresa, il Parlamento ha approvato in maniera plebiscitaria il PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza noto ai meno anche come Recovery Plan. L’elenco dei progetti italiani che verranno finanziati con il tesoretto stanziato da Bruxelles attraverso il Recovery Fund. Che certamente rappresenta una straordinaria opportunità, ma al contempo rischia di risultare – nel lungo periodo – un’arma a doppio taglio […].

L’editoriale di oggi.

PNRR, via libera dal Parlamento con un atto di fiducia (in tutti i sensi)

PNRR, il disco verde delle Camere e la lezione di Spider-Man

Vaccini anti Covid-19, se ora il destino è scritto negli… AstraZeneca

Test per l’esame di giornalismo sui vaccini anti Covid-19 e sui primi effetti collaterali che si sono manifestati… sul Governo presieduto da Mario Draghi. Il candidato consideri che:

a) Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto all’ospedale Spallanzani di Roma il siero anti-coronavirus, atto che è stato prontamente definito «un’iniezione di fiducia». Perché quanto a inoculazioni di Speranza hanno già dato tutti gli Italiani […].

L’editoriale di stamattina.

https://www.romait.it/vaccini-anti-covid-19-se-ora-il-destino-e-scritto-negli-astrazeneca.html

https://www.quiitalia.eu/vaccini-anti-covid-19-ecco-i-primi-effetti-collaterali-sul-governo-draghi.html

Nessun cambio di passo, il Ministro Speranza gela (ancora) ogni speranza

Nessun cambio di passo nella strategia anti-Covid. Com’era prevedibile, il neo-Governo di Mario Draghi confermerà in blocco le attuali restrizioni almeno fino a tutta Pasquetta. Se qualcuno si era illuso del contrario, ci ha pensato – as usual – il Ministro nomen omen della Salute Roberto Speranza a riportarlo alla realtà. Aprendo peraltro un primo, importante fronte all’interno del neonato esecutivo […].

L’editoriale di stamattina.

https://www.romait.it/nessun-cambio-di-passo-il-ministro-speranza-gela-ancora-ogni-speranza.html

https://www.quiitalia.eu/nessun-cambio-di-passo-le-restrizioni-resteranno-almeno-fino-a-pasquetta.html

Draghi ha ottenuto la fiducia, e Palazzo Chigi sembra già il Trono di Spade

Test per l’esame di giornalismo dopo che il Premier Mario Draghi ha ottenuto la fiducia, ampia e ampiamente prevista, di entrambe le Camere. Il candidato consideri che:

a) SuperMario si è detto in disaccordo con l’idea che «questo Governo è stato reso necessario dal fallimento della politica». Solo da quello del suo predecessore Giuseppe Conte […].

L’editoriale di oggi.

https://www.romait.it/draghi-ha-ottenuto-la-fiducia-e-palazzo-chigi-sembra-gia-il-trono-di-spade.html

https://www.quiitalia.eu/draghi-ha-ottenuto-la-fiducia-ma-pare-di-assistere-a-una-serie-tv.html

Nuova Ricostruzione, il programma di Draghi al sapore di Dopoguerra

È sulla Nuova Ricostruzione che il Premier Mario Draghi ha focalizzato il discorso programmatico che ha tenuto in Senato. Un’espressione che rievoca il Dopoguerra, instaurando un forte legame con la lotta alla pandemia da Covid-19 su cui s’impernierà il nuovo Governo. E che contiene anche un importante richiamo a quella concordia discors che non può non avere come bussola suprema il benessere dell’Italia e del popolo italiano […].

L’editoriale di stamattina.

https://www.romait.it/nuova-ricostruzione-il-programma-di-draghi-al-sapore-di-dopoguerra.html

https://www.quiitalia.eu/nuova-ricostruzione-e-unita-le-parole-dordine-del-governo-draghi.html

Il nuovo Governo “dei migliori” scivola già sulle piste da sci

Piovono, o per meglio dire nevicano dal nord i primi problemi per il nuovo Governo di Mario Draghi. Che, pur non avendo nemmeno chiesto la fiducia delle Camere, si trova già a dover affrontare l’ira di operatori del turismo invernale ed enti locali […].

L’editoriale di stamani.

https://www.romait.it/il-nuovo-governo-dei-migliori-scivola-gia-sulle-piste-da-sci.html

https://www.quiitalia.eu/il-nuovo-governo-parte-gia-col-piede-o-meglio-con-gli-sci-sbagliati.html