Manovra 2023, come sempre ci sono luci e ombre

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la Manovra 2023, per la quale sono stati stanziati 35 miliardi. Risorse destinate soprattutto a contrastare il caro energia, ma anche a finanziare vari interventi a livello sia economico che sociale. Al netto dei prossimi passaggi parlamentari, ecco tutte le misure della prima Legge di Bilancio del Governo Meloni […].

L’editoriale di stamattina.

Calenda-Della Vedova, oltre ai soldi di Soros c’è di più

Ormai, come si suol dire, volano gli stracci tra gli ex alleati Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova. Il leader di Azione, infatti, ha accusato il partito di Emma Bonino di aver ricevuto, in campagna elettorale, un importante finanziamento da George Soros. Anche se, per parafrasare una notissima canzone di Sabrina Salerno e Jo Squillo, oltre i soldi del magnate magiaro-americano c’è di più […].

L’editoriale di stamani.

Politiche 2022, concluso lo spoglio: ecco tutti i risultati

Il Viminale ha concluso lo spoglio relativo alle Politiche 2022, confermando di fatto il trend che era già emerso alla chiusura delle urne. La tornata elettorale ha visto il trionfo del centrodestra a guida Fratelli d’Italia, il cui Presidente Giorgia Meloni ha praticamente ipotecato Palazzo Chigi. Tra numeri cristallizzati, reazioni di segno opposto ed esclusioni “eccellenti”, ecco tutti i risultati di queste elezioni […].

L’editoriale di oggi.

Politiche, chiude la campagna elettorale: ecco gli ultimi fuochi

Test per l’esame di giornalismo sulla chiusura della campagna elettorale per le Politiche del 25 settembre. Il candidato consideri che:

a) Giorgia Meloni, presidente di FdI e grande favorita di queste elezioni, ha affermato, come riporta Il Messaggero, che «costruiremo una Nazione fondata sul merito». Dopotutto, dalla Lega ai Lego è un attimo[…].

L’editoriale di stamattina.

Campagna elettorale, partiti e coalizioni a confronto sull’ambiente

Per la nostra rubrica di approfondimento dei grandi temi della campagna elettorale per le Politiche del prossimo 25 settembre, è oggi il turno dell’ambiente. Un argomento che in queste settimane è stato declinato in modi diversi, ma su cui tra i poli si registrano più affinità che disparità. A partire da un approccio che segue pedissequamente – e, verrebbe da dire, ineluttabilmente – i dettami del politically correct […].

L’editoriale di stamani.

Campagna elettorale, sfidanti a confronto sulle riforme istituzionali

Nuova puntata dei nostri approfondimenti tematici sui programmi dei principali partiti e coalizioni impegnati nella campagna elettorale per le Politiche del prossimo 25 settembre. Quest’appuntamento verte sulle riforme istituzionali. Sulle quali si sono formati due assi, come minimo, inaspettati […].

L’editoriale di stamattina.

La campagna elettorale è all’insegna dei litigi, ed è puro tafazzismo

È entrata immediatamente nel vivo la campagna elettorale per le Politiche del prossimo 25 settembre. Che, dopo il Governo del Premier Mario Draghi, notoriamente di unità nazionale, per contrasto sembra essere all’insegna delle divisioni. Il che, considerando anche un piccolo e insignificante dettaglio di nome Rosatellum, rappresenta l’ennesima conferma dell’attitudine al tafazzismo che domina la politica nostrana […].

L’editoriale di oggi.

La campagna elettorale è all’insegna dei litigi, ed è puro tafazzismo

Campagna elettorale, dal Governo di unità nazionale si passa alle divisioni

Elezioni, le élites cercano (di nuovo) di condizionare l’opinione pubblica

Con le Elezioni Politiche ormai fissate al prossimo 25 settembre, è scattata immediatamente la campagna elettorale. E con essa, le ingerenze delle élites internazionali che tentano, ancora una volta, di condizionare l’opinione pubblica italiana. Un vero e proprio assalto alla dirigenza, per parafrasare un celeberrimo modo di dire […].

L’editoriale di stamani.

Elezioni, le élites cercano (di nuovo) di condizionare l’opinione pubblica

Elezioni, dai “poteri forti” è già partito l’assalto alla dirigenza italiana

Draghi abbattuto in Senato, si va verso elezioni anticipate in autunno

Il Premier Mario Draghi ha perso la fiducia. La drammatica seduta del Senato susseguente alla crisi di Governo innescata dal suo predecessore Giuseppe Conte ha infatti certificato la dissoluzione della sua maggioranza ecumenica. È il de profundis per l’esecutivo dell’ex numero uno della Bce: a questo punto l’unica strada possibile è quella delle elezioni anticipate […].

L’editoriale di oggi.

Crisi di Governo, i “poteri forti” minacciano l’Italia per interposto Pd

Che nell’ambito dell’attuale crisi di Governo scendessero in campo anche i cosiddetti “poteri forti” non era esattamente qualcosa di inatteso. Così come non sorprende che la loro preferenza vada in modo spiccato – ancorché non sempre ortodosso – all’attuale Premier Mario Draghi. Sconcerta invece che uno dei principali partiti nostrani si faccia megafono delle loro istanze, soprattutto visto che sanno di velata minaccia all’Italia […].

L’editoriale di oggi.

Crisi di Governo, i “poteri forti” minacciano l’Italia per interposto Pd

Crisi di Governo, pure le élites premono su Draghi (per interposto Letta)