Test gratis solo ai portuali, la benzina del Governo sul fuoco della protesta

Sulla vexata quaestio del Super Green pass, obbligatorio ed esteso a tutti i dipendenti, è piombata come un macigno la querelle sui test gratis. Con un tampone anti-Covid negativo, infatti, si ottiene un certificato verde valido 48 ore se antigenico, e 72 ore se molecolare. Il Governo ha calmierato i prezzi, ma ora il Ministero dell’Interno ha esentato dall’onere i soli portuali. Instaurando de facto una discriminazione tra lavoratori che rischia di gettare benzina sul fuoco di una protesta già fin troppo accesa […].

L’editoriale di stamattina.

Test gratis solo ai portuali, la benzina del Governo sul fuoco della protesta

Vizio Capitale, quel senso del sindaco Raggi per gli svarioni…

Se c’è un “vizio Capitale” in Campidoglio è certamente la propensione allo svarione. Perlomeno da quando a Palazzo Senatorio siede Virginia Raggi, che della gaffe ha fatto una vera e propria arte. Spaziando dalla Storia all’attualità più stretta, senza risparmiare i vires illustres del nostro tempo, e neppure il monumento simbolo della Città Eterna – l’Anfiteatro Flavio […].

L’editoriale di stamani.

Vizio Capitale, quel senso del sindaco Raggi per gli svarioni…

Ostilità al vaccino, l’alba dell’irrazionalità sta in una bufala ventennale?

Da quando il siero anti-Covid ha fatto irruzione nel dibattito pubblico, parte della popolazione ha manifestato un’aperta ostilità al vaccino. Che a volte ha un fondamento scientifico legato tra l’altro all’eccezionalità della nascita dell’antidoto, altre volte invece appare meramente pregiudiziale. E in quest’ultimo caso potrebbe avere radici (relativamente) arcaiche, che può essere interessante – e forse perfino utile – analizzare […].

L’editoriale di stamani.

Ostilità al vaccino, l’alba dell’irrazionalità sta in una bufala ventennale?

Riforma Cartabia, ecco perché il M5S strepita ma alla fine non morderà

Domani, 30 luglio, approderà a Montecitorio la riforma Cartabia della giustizia, su cui l’esecutivo guidato da Mario Draghi ha già posto la questione di fiducia. La norma arriva in Aula accompagnata dalle (solite) scosse telluriche che attraversano la maggioranza e che hanno per epicentro, come spesso accade, il M5S. I cui esponenti, nei giorni scorsi, si sono spinti a evocare la crisi di Governo, anche se poi al dunque non “mordono” mai […].

L’editoriale di stamattina.

Riforma Cartabia, ecco perché il M5S strepita ma alla fine non morderà

MoVimento tellurico, nel M5S sono scoppiate le guerre (penta)stellari

Test per l’esame di giornalismo sul MoVimento tellurico, ovvero sull’aristocratica tenzone tra il Conte Tacchia e il Marchese del Grillo originata dal nuovo Statuto del M5S. Il candidato consideri che:

a) Il Garante pentastellato Beppe Grillo ha affermato di non poter lasciare «che un movimento nato per difendere la democrazia diretta si trasformi in un partito unipersonale». Soprattutto se non è guidato da lui […].

L’editoriale di stamattina.

MoVimento tellurico, nel M5S sono scoppiate le guerre (penta)stellari

La Cina è vicina, e non solo: parrebbe pure essere sempre… in MoVimento

Test per l’esame di giornalismo… in salsa orientale, visto che la Cina è vicina. Il candidato consideri che:

a) Commentando l’ultimo G7, un portavoce dell’ambasciata cinese a Londra ha affermato che è finito il tempo in cui «le decisioni globali erano dettate da un piccolo gruppo di Paesi». È rimasta curiosamente inespressa la precisazione “è sufficiente la Cina” […].

L’editoriale di stamani.

La Cina è vicina, e non solo: parrebbe pure essere sempre in MoVimento

Spine di Draghi, il destino del nuovo Governo è scritto nelle (Cinque) Stelle

Com’era facilmente prevedibile, è arrivato il giorno delle (prime) spine di Draghi. Inteso come il Premier incaricato Mario, i cui incontri con le parti sociali sono stati offuscati dalle turbolenze registrate in casa grillina. Il M5S resta infatti una polveriera che potrebbe esplodere da un momento all’altro. E le cui scosse telluriche si riverberano, inevitabilmente, sul tentativo dell’ex numero uno della Banca Centrale Europea di formare il nuovo esecutivo […].

L’editoriale di stamattina.

https://www.romait.it/spine-di-draghi-il-destino-del-nuovo-governo-e-scritto-nelle-cinque-stelle.html

https://www.quiitalia.eu/spine-di-draghi-le-fibrillazioni-nel-m5s-preoccupano-il-premier-incaricato.html

Governo ecumenico, Draghi e il paradossale problema dei troppi “sì”

Al termine delle consultazioni, perlomeno di quelle politiche, pare proprio che quello che Mario Draghi dovrebbe varare sarà un Governo ecumenico. Il sostegno al Premier incaricato, infatti, in pratica copre trasversalmente l’intero arco costituzionale, con la sola eccezione di FdI – e forse di una parte del M5S. Un (quasi) unicum nella storia dell’Italia repubblicana, che però rischia clamorosamente di risultare un’arma a doppio taglio […].

L’editoriale di oggi.

https://www.romait.it/governo-ecumenico-draghi-e-il-paradossale-problema-dei-troppi-si.html

https://www.quiitalia.eu/governo-ecumenico-cosi-i-diktat-incrociati-rischiano-di-paralizzare-draghi.html