Draghi abbattuto in Senato, si va verso elezioni anticipate in autunno

Il Premier Mario Draghi ha perso la fiducia. La drammatica seduta del Senato susseguente alla crisi di Governo innescata dal suo predecessore Giuseppe Conte ha infatti certificato la dissoluzione della sua maggioranza ecumenica. È il de profundis per l’esecutivo dell’ex numero uno della Bce: a questo punto l’unica strada possibile è quella delle elezioni anticipate […].

L’editoriale di oggi.

Crisi di Governo, i “poteri forti” minacciano l’Italia per interposto Pd

Che nell’ambito dell’attuale crisi di Governo scendessero in campo anche i cosiddetti “poteri forti” non era esattamente qualcosa di inatteso. Così come non sorprende che la loro preferenza vada in modo spiccato – ancorché non sempre ortodosso – all’attuale Premier Mario Draghi. Sconcerta invece che uno dei principali partiti nostrani si faccia megafono delle loro istanze, soprattutto visto che sanno di velata minaccia all’Italia […].

L’editoriale di oggi.

Crisi di Governo, i “poteri forti” minacciano l’Italia per interposto Pd

Crisi di Governo, pure le élites premono su Draghi (per interposto Letta)

Draghi rassegna le dimissioni, Mattarella le congela fino a mercoledì

Il Premier Mario Draghi ha rassegnato le dimissioni, ma il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella le ha congelate. È accaduto al termine di una giornata convulsa che ha visto come co-protagonista – o meglio, antagonista – il M5S. E sta già diventando spasmodica l’attesa per il discorso che l’ex numero uno della Bce terrà davanti alle Camere tra cinque giorni […].

L’editoriale di oggi.

Draghi rassegna le dimissioni, Mattarella le congela fino a mercoledì

https://www.quiitalia.eu/draghi-ghigliottinato-da-conte-ma-mattarella-congela-le-sue-dimissioni.html

Ucraina, se in mezzo alla schizofrenia bellica il problema sarebbe Salvini…

Test per l’esame di giornalismo sul conflitto in Ucraina. Il candidato consideri che:

a) Il Premier Mario Draghi, come rileva l’Adnkronos, durante l’ultimo Consiglio europeo straordinario ha esortato i Ventisette a «mantenere unità sulle sanzioni» anti-russe […].

L’editoriale di oggi.

Ucraina, se in mezzo alla schizofrenia bellica il problema sarebbe Salvini…

https://www.quiitalia.eu/ucraina-i-potenti-fanno-e-disfano-ma-per-il-pd-il-problema-e-salvini.html

Decreto Ucraina, il Governo fronteggia l’opposizione interna (e non solo)

A dispetto di tutti gli appelli all’unità, fioccano le tensioni attorno al cosiddetto Decreto Ucraina. Il provvedimento dell’esecutivo del Premier Mario Draghi che, tra l’altro, dovrebbe portare all’ingente aumento delle spese militari. Ma che incontra l’ostilità di parte della maggioranza, delle forze armate e, secondo una recente rilevazione statistica, non piace nemmeno agli Italiani […].

L’editoriale di oggi.

Decreto Ucraina, il Governo fronteggia l’opposizione interna (e non solo)

Decreto Ucraina, l’aumento delle spese militari e le “spine di Draghi”

La guerra manda alle stelle gas, elettricità e petrolio: ora basta ideologia!

Come ampiamente preconizzato, la guerra tra Russia e Ucraina si è subito riverberata oltre il campo di battaglia. Facendo schizzare ulteriormente verso l’alto i costi dell’energia e delle materie prime, destinati a ripercuotersi a loro volta sulle relative imposte. E la ricetta proposta da Palazzo Chigi, se da un lato va nella direzione giusta, dall’altro è contrassegnata (una volta di più) da un’incomprensibile brevimiranza […].

L’editoriale di stamani.

La guerra manda alle stelle gas, elettricità e petrolio: ora basta ideologia!

https://www.quiitalia.eu/la-guerra-tra-russia-e-ucraina-fa-subito-impennare-i-costi-dellenergia.html

Colle, Berlusconi rompe gli indugi e spariglia subito le carte

Nella lunga e difficile partita per il Colle, è stato il leader azzurro Silvio Berlusconi il primo a rompere gli indugi. E lo ha fatto tramite una velina che, all’apparenza, sembrerebbe diretta al suo principale competitor – il Premier Mario Draghi. Ma che, a uno sguardo più attento, suona come un avviso a parecchi naviganti: che solcano tutti le acque tempestose del Parlamento […].

L’editoriale di oggi.

Colle, Berlusconi rompe gli indugi e spariglia subito le carte

Quirinale, la corsa entra nel vivo: sarà sfida Draghi-Berlusconi?

Si appresta ormai a entrare nel vivo la corsa per il Quirinale. A poco meno di due mesi dalla fine del mandato dell’attuale inquilino Sergio Mattarella, infatti, i partiti hanno iniziato a rompere gli indugi. E, per quanto sia prematuro azzardare ipotesi e previsioni, a dar retta ai sussurri si prospetta una sfida a due. Il tutto mentre una rilevazione statistica certifica che gli Italiani hanno una gran voglia di presidenzialismo […].

L’editoriale di stamani.

Quirinale, la corsa entra nel vivo: sarà sfida Draghi-Berlusconi?

Stato di emergenza, Draghi (finalmente) dice basta alle proroghe?

È possibile che si vada, finalmente, verso la fine dello stato di emergenza. Pare infatti che il Premier Mario Draghi non sia intenzionato a prorogarlo ulteriormente dopo la scadenza prevista per il 31 dicembre prossimo. La scelta, comunque, dovrebbe dipendere soprattutto dall’andamento del quadro epidemiologico: che ormai è notoriamente divenuto prioritario anche rispetto alla normativa vigente […].

L’editoriale di stamani.

Stato di emergenza, Draghi (finalmente) dice basta alle proroghe?

Draghi al Quirinale, il grande balzo dipende dalle “onorevoli” pensioni?

Cosa c’entra la possibile nomina del Premier Mario Draghi al Quirinale con le pensioni dei parlamentari? Apparentemente nulla, ma si sa che le apparenze spesso ingannano. E infatti non esiste solo un nesso, ma addirittura una sudditanza: nel senso che l’elezione del Capo dello Stato potrebbe dipendere da fattori, diciamo, eterocliti […].

L’editoriale di stamattina.

Draghi al Quirinale, il grande balzo dipende dalle “onorevoli” pensioni?