Crisi da Covid, se il Governo vuole dare spiegazioni è il momento di farlo

Non si muore di solo Covid, ma anche di crisi da Covid. Crisi che non è solo sanitaria, ma anche economica e sociale, come dimostrano le proteste che negli ultimi giorni hanno infiammato le città italiane. Proteste dettate dalla disperazione, ma anche dalla diffusa sensazione di essere stati abbandonati dalle istituzioni […].

L’editoriale di stamattina.

https://www.romait.it/crisi-da-covid-se-il-governo-vuole-dare-spiegazioni-e-il-momento-di-farlo.html

https://www.quiitalia.eu/crisi-da-covid-il-governo-si-spieghi-pure-ma-faccia-bene-i-suoi-conte.html

Presidenziali Usa, e se anche stavolta la realtà smentisse le narrazioni?

A pochi giorni dalle Presidenziali Usa, previste per martedì 3 novembre, si ha una strana sensazione di déjà-vu. A partire dall’esito plebiscitario preconizzato dai sondaggi e propagandato dai media. Per i quali, proprio come quattro anni fa, potrebbe finire con un salutare bagno di realtà […].

L’editoriale di oggi.

https://www.romait.it/presidenziali-usa-e-se-anche-stavolta-la-realta-smentisse-le-narrazioni.html

https://www.quiitalia.eu/presidenziali-usa-se-spunta-una-strana-sensazione-di-deja-vu.html

Decreto Ristori, il Governo scherza col fuoco: “Aiuti entro il 15 novembre”

Il Decreto Ristori non è stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale ché già spuntano delle precisazioni sulle scadenze. Che dovevano essere istantanee, ma pare non lo saranno più. Col serio rischio che la maggioranza rosso-gialla, lungi dallo spegnere le rivolte che ormai dilagano in tutta Italia, finisca per gettare benzina sul fuoco […].

L’editoriale di stamattina.

https://www.romait.it/decreto-ristori-il-governo-scherza-col-fuoco-aiuti-entro-il-15-novembre.html

https://www.quiitalia.eu/decreto-ristori-cosi-il-governo-delle-dilazioni-spera-di-spegnere-le-proteste.html

Semi-lockdown, l’ipocrisia della maggioranza incapace di governare la crisi

Che il semi-lockdown instaurato con l’ultimo Dpcm del 24 ottobre avrebbe scatenato proteste e rivolte era facilmente prevedibile. Meno scontato era che le prese di distanza provenissero anche dall’interno della stessa maggioranza rosso-gialla. Che deve decidere cosa vuol fare da grande, attuando una strategia di lungo respiro che consenta di governare l’emergenza, senza limitarsi a inseguirla […].

L’editoriale di oggi.

https://www.romait.it/semi-lockdown-lipocrisia-della-maggioranza-incapace-di-governare-la-crisi.html

https://www.quiitalia.eu/semi-lockdown-lattacco-ipocrita-di-chi-non-ha-il-coraggio-delle-sue-azioni.html

Signor Presidente, non possiamo non essere con lei (malgrado i dubbi)

Signor Presidente Conte, dopo la firma del nuovo Dpcm di ottobre – l’ennesimo – non possiamo nasconderLe le nostre perplessità. Non abbiamo mai fatto sconti all’operato del suo Governo, e anche stavolta alcune delle misure anti-Covid non ci convincono.

Ci riferiamo in particolare all’obbligo, per i servizi di ristorazione, di chiudere alle 18. Una disposizione che rischia di dare il colpo di grazia a un settore che dal febbraio scorso sta continuando a pagare un prezzo altissimo. Tanto che le stesse Regioni si sono fatte portavoci del disperato grido d’allarme del comparto: «molte di queste imprese rischieranno di non riaprire più» […].

L’editoriale di stamani.

https://www.romait.it/signor-presidente-non-possiamo-non-essere-con-lei-malgrado-i-dubbi.html

https://www.quiitalia.eu/signor-presidente-e-il-momento-di-stringersi-attorno-alle-istituzioni.html

Lockdown-bis, la paventata cura che rischia di essere peggiore del male

Lo spauracchio che maggiormente agita le nostre giornate è senza dubbio quello del lockdown-bis. Dapprima escluso categoricamente, poi riapparso all’orizzonte come ipotesi remota, ora incubo ricorrente, forse imminente e, in Campania, già concreto.

Si sa che il bi-Premier Giuseppe Conte vorrebbe evitarlo a ogni costo, perché dei costi – soprattutto economici – è ben consapevole. Anche se questa sua presa di posizione, secondo i beninformati, è causa di scontro con quella parte della maggioranza rosso-gialla che preme per misure ancora più restrittive. La spaccatura nel Governo, comunque, è comprensibile, soprattutto se si pensa che la questione, chiaramente molto delicata, divide anche la scienza.

Lockdown-bis, la paventata cura che rischia di essere peggiore del male

Lockdown-bis, l’ipotesi che divide la politica (e anche gli scienziati)

Vaccino anti Covid-19, si pensa a crearlo, ma c’è un piano per distribuirlo?

Il vaccino anti Covid-19 torna a far parlare di sé. Lo fa soprattutto in relazione alle tempistiche, visto che il traguardo della lunga maratona finalmente si avvicina. Il bi-Premier Giuseppe Conte, in tal senso, ha fatto sfoggio di ottimismo, anche se gli esperti si sono affrettati a frenare facili entusiasmi. Eppure, c’è un aspetto che nessuno pare prendere in considerazione, ma su cui occorre augurarsi che il Governo stia già lavorando. Perché, altrimenti, il rischio è trovarsi tra le dita una bomba pronta a esplodere […].

L’editoriale di stamani.

https://www.romait.it/vaccino-anti-covid-19-si-pensa-a-crearlo-ma-ce-un-piano-per-distribuirlo.html

https://www.quiitalia.eu/vaccino-anti-covid-19-rischio-tensioni-sociali-senza-piani-per-distribuirlo.html

Raggi shock, 600mila € per applicare etichette o dare i numerini d’attesa

Raggi shock, in tutti i sensi. Il sindaco della Capitale è (verosimilmente) turbata dopo l’ufficialità del processo-bis a cui dovrà essere sottoposta in piena campagna elettorale. Ma è lei stessa a sconcertare i Romani con un’iniziativa che eufemisticamente si potrebbe definire “bizzarra”, e più adeguatamente beffarda, se non proprio assurda […].

L’editoriale di oggi.

https://www.romait.it/raggi-shock-600mila-e-per-applicare-etichette-o-dare-i-numerini-dattesa.html

https://www.quiitalia.eu/raggi-shock-tra-regalie-elettorali-da-600mila-euro-e-il-ritorno-in-tribunale.html