L’ultima follia dell’Oms, che usa (ancora) il Covid per farneticare sul clima

L’ultima follia dell’Oms dimostra che la “tregua pandemica” sugli sproloqui è definitivamente saltata. Questo almeno raccontano le parole del Direttore Generale della World Health Organization, l’etiope Tedros Adhanom Ghebreyesus. Secondo il quale «la pandemia ha dato un nuovo impulso alla necessità di accelerare gli sforzi per rispondere ai cambiamenti climatici».

Non è nemmeno la prima volta che il leader dell’Organizzazione Mondiale della Sanità esce fuori dal seminato con qualche eco-balla al sapor di Covid-19. I prodromi risalgono allo scorso maggio, quando la WHO pubblicò il “Manifesto per una ripresa sana e verde” – qualunque cosa significhi l’espressione “ripresa verde” […].

L’editoriale di stamattina.

L’ultima follia dell’Oms, che usa (ancora) il Covid per farneticare sul clima

L’ultima follia dell’Oms, per cui la pandemia è un monito sul clima

Messi-novela, non illudetevi: il fenomeno argentino non verrà in Italia

Si chiama Messi-novela il vero tormentone di fine estate 2020. E non è un brano musicale, ma il caso calcistico del momento. Il più forte giocatore al mondo lascerà davvero la società dov’è nato e cresciuto – il Barcellona? E, se sì, dove si accaserà? Chi può davvero legittimamente sognare di schierare tra i propri ranghi il fenomeno argentino nella stagione che verrà? Tutte le ipotesi sono aperte, a differenza del calciomercato iberico – e anche italiano, così tanto per dire. Ma questo non sembra essere affatto un problema […].

L’editoriale di stamani.

Messi-novela, non illudetevi: il fenomeno argentino non verrà in Italia

Messi-novela, perché la “Pulce” in Italia è solo una suggestione mediatica

Governo e Governi, se l’epoca contemporanea non ha bisogno di dotti…

Test per l’esame di giornalismo su Governo e Governi, a partire – ça va sans dire – da quello italiano. Il candidato consideri che:

a) Il bi-Premier Giuseppe Conte, durante un evento in Puglia, si è improvvisamente trasformato nel ragionier Fantozzi. «Non possiamo tollerare che arrivano dei migranti addirittura positivi e vadino in giro liberamente», le parole del fu Avvocato del popolo. In fondo, dai congiunti ai congiuntivi è un attimo […].

L’editoriale di stamattina.

Governo e Governi, se l’epoca contemporanea non ha bisogno di dotti…

Governo e Governi, il dilettantismo impera, e non solo in Italia

Migranti e Covid-19, è guerra tra il Viminale e la Regione Sicilia

La correlazione tra migranti e Covid-19 ha riportato nuovamente le tensioni istituzionali a livello di guardia. Casus belli, stavolta, è stata l’ordinanza con cui la Regione Sicilia si è blindata contro i continui sbarchi (e le occasionali fughe) di clandestini anche infetti […].


L’editoriale di stamattina.


https://www.romait.it/migranti-e-covid-19-e-guerra-tra-il-viminale-e-la-regione-sicilia.html

https://www.quiitalia.eu/migranti-e-covid-19-lo-scontro-istituzionale-e-la-strategia-della-tensione.html

Tu es Petrus

Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa (Mt 16, 18).

Pare che già San Pio X (1835-1914) avesse messo in guardia contro le insidie della modernizzazione della Chiesa: Quando l’avrete fatto avrebbe infatti detto a un sacerdote (fin troppo) innovatore, quelli che erano dentro se ne andranno, ma quelli che sono fuori non entreranno”.

Eppure, per quanto lo sconcerto verso il Vaticano possa essere lecito e comprensibile, le parole riportate da San Matteo sono estremamente rassicuranti.

Super hanc petram aedificabo Ecclesiam meam, dice il Signore. Meam, perché la Chiesa è di Cristo, non di San Pietro o di San Paolo o di Apollo come bacchettava l’Apostolo delle Genti (1Cor 1, 12). In tal senso, essa può deviare dalla rotta poiché è costituita da uomini, fallaci per natura: ma non può abbandonare la sua missione, che è quella di aprire a tutti le porte del Regno dei Cieli.

Aggiunge infatti il Signore: portae inferi non praevalebunt adversus eam. Questa è la Sua promessa, che nessuna oscurità potrà mai vincere. Poiché la Verità, come già argomentavano gli antichi Romani, soffre spesso, ma non muore mai.

Qui habet aures audiendi, audiat.

Tramonto sull’Hermitage…

Il tramonto sull’Hermitage è come una porta che si socchiude. Da un lato mette tristezza, come se volesse scrivere la parola fine a un libro troppo bello – ma dall’altro ci chiede di spalancare il cuore: perché quella porta si chiude, sì, ma solo per non far fuggire i ricordi di questo periodo magico, in modo che ognuno di noi li possa custodire e ritrovare oltre il tempo, fuori dal tempo, quando busseranno silenziosi per rammentarci la promessa di un’altra estate, di un altro abbraccio, di un altro sorriso spensierato 🥰🥰
Grazie di tutto ragazzi, appuntamento all’anno prossimo, anche (e soprattutto) con i “congiunti” che hanno saltato questa stagione ❤❤❤
#bigfamily
#family
#bigfamilylove

P.S. però è sempre troppo “scoretto” quando la vacanza finisce 😅🙈